Pagine

10 febbraio 2016

Mercoledì delle ceneri

 
Perdona i nostri errori,
sana le nostre ferite,
guidaci con la tua grazia
alla vittoria pasquale

28 gennaio 2016

Festa di san Tommaso d'Aquino



Tu che risplendi tra il genere umano,
fa che non manchi l'integra dottrina
e che l'agire sia fedele a Cristo
e al suo Vangelo

4 gennaio 2016

E' la Bibbia o il Corano?

Due ragazzi olandesi hanno fatto un piccolo esperimento. Armati di telecamera e di una Bibbia "mascherata" con una copertina del Corano, hanno intervistato i passanti, leggendo delle frasi "shock" dall'Antico e dal Nuovo Testamento e chiedendo agli intervistati cosa ne pensassero. Potete immaginare (e vedere qui sotto) le reazioni di sorpresa quando hanno scoperto che il libro in questione non era il famigerato Corano, ma la Bibbia stessa.



Il piccolo esperimento olandese ci insegna alcune cose:

22 dicembre 2015

Il Bonobo, l'Ateo e l'Aquinate

Secondo Frans De Waal, un celebre biologo, la morale "proviene dall'interno", ha cioè una sua giustificazione evolutiva. Siamo, secondo lui, biologicamente programmati per essere empatici e giusti: quando ci comportiamo bene ci sentiamo bene, quando vediamo un'ingiustizia ci arrabbiamo. Lo provano i comportamenti di animali irrazionali che ha osservato durante le sue ricerche. Celebre è l'esperimento della scimmietta che rifiuta il cibo perché alla compagna non è riservato lo stesso trattamento.


Cosa dobbiamo pensare delle teorie di Frans De Waal? Che se ha torto, ha torto solo per difetto: non solo gli uomini, i bonobi, i delfini, gli elefanti indiani, i lupi, mammiferi grandi e piccoli ed ogni essere che si muove sulla terra sono inclinati al bene. Lo è tutta natura, anche le piante e le pietre, la sabbia, la polvere sotto il letto, le onde del mare e le foglie dei boschi!

8 dicembre 2015

Aurora della divina Misericordia

 

Festeggiamo con gioia la solennità dell’Immacolata, di "colei che", come disse il Concilio Vaticano II, della cui chiusura ricorre oggi il 50° anniversario, "nella Chiesa santa occupa, dopo Cristo, il posto più alto e il più vicino a noi", e che i fedeli con devozione cantano essere tota pulchra, la tutta bella, "la tutta santa e immune da ogni macchia di peccato, quasi plasmata dallo Spirito Santo e resa nuova creatura.".

28 novembre 2015

La venuta che diventa una via


 
Nelle prossime settimane celebreremo con i nostri cari in festosità il solenne tempo di Avvento. Questo solenne tempo liturgico che celebriamo ogni anno sulla terra non è mai ripetitivo: anno dopo anno, o ha un suo senso unico e porta dei sentimenti particolari. Con maturità e amore acquistati col passare del tempo nella grazia, riusciamo a cogliere con gratitudine sempre più consapevole il Natale del Signore. Così ci avviciniamo poco a poco, al nucleo dell'inesauribile mistero di Cristo che non cesserà mai di brillare e stupirci. Anche alla fine del mondo quando il Signore verrà nella gloria del Padre, sarà rimasto qualche mistero non compreso agli uomini. Guardando alla mia personale esperienza, l'Avvento di questo anno, in cui ho emesso la professione semplice dopo un cammino di discernimento accompagnato dai padri domenicani, mi sembra una venuta che diventa via.

22 novembre 2015

Marta o Maria? Questo è il problema!


 
Marta o Maria, questo è il problema! Spesso anche noi, ascoltando questo noto brano evangelico, siamo stati sfiorati da un “amletico” dilemma dello spirito. Quale tra queste due figure va imitata? Meglio la carità fattiva di Marta o l’ascolto contemplativo di Maria? Proviamo ad approcciarci alla questione con una prospettiva diversa. La nostra anima, come ogni organismo vivente, cresce e si sviluppa passando per diverse fasi. Marta e Maria dunque rappresentano diversi stadi, rispettivamente il principio e la meta, della nostra evoluzione interiore.

12 novembre 2015

Chi è pescato da Gesù non muore

 
Durante la Liturgia di apertura dell’anno giubilare per l’ottocentesimo anno del nostro ordine è risuonata in modo quanto mai significativo e solenne la celebre espressione di san Pietro rivolta al Signore: “ecco noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”. Sull’esempio degli Apostoli, ogni frate predicatore, e più in generale ogni religioso ha compiuto questa scelta radicale orientata al Cristo professando i consigli evangelici tra i quali occupa un ruolo non secondario la povertà.

10 novembre 2015

La musica meravigliosa di Dio



Poiché sono profondamente convinto che l’arte non sia soltanto un diletto piacevole dell’uomo quanto più profondamente una dimensione dell’anima umana ineludibile, capace di svelare qualcosa di profondo sul mistero del nostro essere, ho deciso di raccontare la mia vocazione utilizzando la suggestiva metafora della musica.

1 novembre 2015

Tutti santi





Tutti i santi o tutti santi?
La solennità che quest’oggi la Santa Chiesa ci fa ricordare è per tutti. Potrebbe essere intesa come la festa di ogni uomo di ogni epoca, dall’inizio dell’umanità fino ad oggi e volendo, anche per tutti quelli che verranno. Perché dico questo? Perché la santità è per tutti: «Siate santi, perché io, il Signore, vostro Dio, sono santo» ci ricorda il capitolo diciannove de Libro del Levitico.